Congregación para los Obispos, Comunicación sobre el título de los Ordinarios militares

Publicado en “Pastoralis Militum Cura” 2, 1997, p. 3

Prot. N. 552/97
Vaticano 20 novembre 1997

Eccellenza,
Ho l’onore di comunicare a Vostra Eccellenza che il Santo Padre, nell’Udienza del 15 novembre corrente, ha accolto la proposta –emersa nel corso del Simposio Internazionale degli Ordinariati Militari, tenutosi nel 1996 a Buenos Aires (Argentina), nel decennale della Costituzione Apostolica “Spirituali Militum Curae”– di non assegnare più agli Ordinari Militari una sede titolare vescovile ed ha autorizzato la Congregazione per i Vescovi a procedere in tal senso.
Questa disposizione, in linea con provvedimenti similari adottati in precedenza dalla Santa Sede e nello spirito della menzionata Costituzione Apostolica, che ha giuridicamente assimilato l’Ordinariato Militare ad una diocesi (cf. Art I, §1), mira a far si che anche l’Ordinario Militare sia equiparato a tutti gli effetti, anche nella sua qualifica, ad un Vescovo diocesano.
Il Sommo Pontefice ha, pertanto, disposto che:
– d’ora in avanti, ai nuovi Ordinari Militari non sia più assegnata una sede titolare;
– agli Ordinari Militari attualmente in carica e lasciata facoltà di conservare il titolo vescovile o di rinunciarvi in favore della nuova denominazione: “(Arcivescovo Ordinario militare per… (con l’aggiunta del proprio Paese)”.
Tanto ho ritenuto di partecipare a Vostra Eccellenza, per opportuna conoscenza di codesta Nunziatura Apostolica.
Mi è gradito confermarmi con sentimenti di cordiale ossequio

dell’Eccellenza Vostra dev.mo nel Signore
B. Card. Gantin, Prefetto

––––––––––––––––––––––
Agli Ecc.mi Rappresentanti Pontifici